Comune di Eraclea - Il comune al servizio del Cittadino
EmasPatto dei sindaciBandiera Blue

Sei in: La Città » Capoluogo e Frazioni » Le frazioni » Brian

Brian

foto della chiesa di BrianQuesta località , divisa tra il comune di Eraclea e quello di Caorle, è la più antica del paese.
Esisteva sicuramente in epoca romana, come dimostrano i ritrovamenti fatti nel 1957 nella tenuta Romiati. Presso Ca’ Sorian, verso la spiaggia, vennero portate alla luce: le fondazioni di mattoni ”sequispadales” di un grande edificio con muri rinforzati da lesene contrapposte, lungo 40 metri e largo 20; il pavimento di un cortile ad esedra in mattoni; un pozzo in laterizi profondo 6 metri; alcuni frammenti di vetro. Questi ritrovamenti indicano un luogo legato ai traffici marini .
Si trattava del “ Portus Liquentiae ” citato da Tito Livio e da Plinio il Vecchio nella sua “Naturalis Historia”.

I confini dellaMappa Brian frazione sono il canale Revedoli, il Largon , la Livenza Morta e il canale Brian che, fino alla fine del 1940, è stato un importante nodo per la navigazione interna.

Nel 1874 a Venezia fu costituito il “ Consorzio di difesa Brian ” (nel 1906 divenne “Consorzio speciale di Bonifica di Prima Categoria Brian”), che aveva per oggetto l’attuazione e il funzionamento di un sostegno in località Brian “perché i più bassi terreni fra Piave e Livenza migliorassero per coltura ed igiene escludendone le acque marine”. Così recita la lapide posta a ricordo.
Per quei tempi il manufatto era un’importante opera idraulica , a nove luci provviste di porte a vento.
Quella centrale, larga 6 metri, immetteva in una conca di navigazione, con controporte per il passaggio delle barche in qualunque condizione di marea.
Tra il 1931 e il 1932 venne sostituito con quello attuale, collocato alla destra del preesistente nell’antico alveo della Livenza Morta.
La Livenza fu deviata dai Veneziani nel 1655 al cosiddetto “Traghettino” di San Giorgio, portando il fiume verso Caorle attraverso il canale lagunare Cimone.
Così la vecchia foce della Livenza rimase “Morta.

Il canale Brian

In territorio di Caorle, sulla riva destra del canale Revedoli, esiste la chiesa più antica tra quelle presenti in questo comune (le altre sono state rifatte).
Venne eretta nel 1678 dal vescovo Francesco Antonio Boscaroli ed è dedicata a Santa Maria Elisabetta . Nella pala dell’altare maggiore è raffigurata la Vergine Maria col Bambino. Alla festa del 2 luglio partecipavano molti fedeli con i canonici e i sacerdoti della Cattedrale di Caorle. La chiesa ha subito dei restauri nel 1732-33 e nel 1890. Durante la Guerra 1915-18 rimase indenne.
Il I ottobre 1963, quando si costituì la parrocchia di Santa Maria Elisabetta , il vecchio edificio risultò troppo angusto e perciò si decise di costruire una nuova chiesa . I lavori iniziarono il 13 novembre 1964. Il primo parroco fu Don Bruno Trevisiol di Eraclea.

Oggi, a causa dello spopolamento delle campagne di “La Fagiana” e Valle Tagli, Brian conta pochi abitanti (circa 350). La scuola elementare non è più in funzione ed è stata adibita a Centro sociale.

La darsena di Brian
particolare della darsena di Brian